Padoa Schioppa contestato al Politecnico

Ci sono quelli che dicono una cosa nella vita, e se la trascineranno dietro finchè campano. Uno di questi è Tommaso Padoa Schioppa, Ministro dell’Economia, con il suo infelice epiteto “bamboccioni”; questo alla luce della contestazione di cui è stato oggetto all’inaugurazione del 145° anno accademico del Politecnico.

Non so se qualcuno abbia già compiuto questa semplice operazione: cercare su google “tps” (come scrivono i titolisti), e scoprire che la sua biografia parla chiaro. Nato a Belluno nel 1940, laureato in Bocconi nel 1966, al MIT di Boston nel 1970. Che vita cosmopolita, in anticipo trent’anni, altro che l’Erasmus. Facile però se tuo padre, Fabio Padoa Schioppa, è l’amministratore delegato delle Assicurazioni Generali.

Altro che bamboccioni, viene in mente una battuta di Daniele LuttazziArrivano le rogatorie internazionali alle quali si era opposto per anni, e Berlusconi ammette che in effetti Fininvest aveva un intero Comparto B di società off shore alle Bahamas. Davanti all’assemblea dei piccoli commercianti se ne vanta:“Le società estere sono lecite, ci fanno pagare meno tasse”. L'imprenditore onesto. Forza Italia! Coi soldi alle Bahamas».
Per capirci: forza Tommaso, coi soldi di papà.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: