Milano: La Casta ridimensiona i costi della politica

La decisione del governo di ridimensionare le spese delle amministrazioni pubbliche inizia a farsi vedere e sentire. Il comune di Milano, già salito alla ribalta delle cronache per i presunti sperperi morattiani, ha deciso di ridurre i membri del cda delle partecipate a cinque.

Contemporaneamente alla diminuzione di personale, verranno ridotti anche gli stipendi, non potranno essere superiori al 80% degli emolumenti ricevuti dal Sindaco. In tutto le poltrone tagliate sono state 14, e potrebbero salire fino a 16 nel caso che Sogemi decidesse di adottare il numero minimo di consiglieri, ovvero tre.

Questi nel dettaglio i cambiamenti: Metropolitane Milanesi subira' una riduzione di sei degli 11 membri; Sea avra' una riduzione di quattro dagli attuali nove; Atm ne perdera' due dei sette, mentre Milano Sport manterra' gli attuali cinque posti. La rivoluzione dovrebbe continuare, non solo le partecipate hanno fatto dei tagli, ma entro il 22 novembre anche le società controllate dalle Partecipate dovranno seguire il buon esempio.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: