La 'tazzulella 'e cafè approda all'Isola: Milano solidale con il caffè "sospeso" #iniziativeanticrisi

Consumare un caffè e pagarne due, per offrirlo a chi è in difficoltà

Un piccolo piacere quotidiano che può diventare un bel gesto di solidarietà nei confronti delle persone in difficoltà. Loro (i baristi) ne conosceranno davvero tantissime, testimoni silenziosi dell'umanità più disparata, che passa un attimo dal bancone e poi scompare nella frenesia della città.

Racconta Repubblica che al bar Blu in via Carmagnola a Milano, all'Isola, è possibile chiedere un "caffè sospeso" di ispirazione partenopea: se ne consuma uno e se ne pagano due. Il barista segna su una lavagnetta presente nel locale: il caffè messo da parte sarà offerto a qualche sconosciuto meno abbiente.

Al Blu è possibile offire non solo la 'tazzulella', ma anche birra e "bollicine" (per l'ora dell'aperitivo).

E' stato Matteo Stefani, il proprietario del bar, a decidere di adottare questa abitudine nata a Napoli, forse ispirato dalla sua fidanzata che viene proprio da lì. Un buon caffè, almeno quello, e magari una chiacchiera in amicizia dovrebbero essere un diritto per tutti. Speriamo che presto ci siano anche altri bar a proporre questa iniziativa.

ps. segnalateci le #iniziativeanticrisi di cui siete a conoscenza (negozianti, artigiani, associazioni...), con un occhio particolare a quelle solidali. Se davvero meritevoli daremo loro visibilità!

  • shares
  • Mail