Milano, presentato il Nuovo Museo del Duomo

Un grande patrimonio, finora inaccessibile, per raccontare la storia di Milano

Conto alla rovescia per l'apertura del Nuovo Museo del Duomo di Milano. L'evento, previsto per il prossimo 4 novembre, è stato anticipato in questi giorni dall'inaugurazione dell'allestimento della mostra "Cronaca di un cantiere: i grandi lavori della fabbrica", presentato all'Urban Center di Milano in Galleria Vittorio Emanuele. La mostra, che resterà aperta fino al 15 aprile, racconta il percorso di rinascita di uno dei luoghi simbolo della nostra città attraverso i lavori che faranno nascere il prossimo nuovo polo museale.
Il museo ha visto un investimento di circa 30 milioni di euro per uno spazio espositivo di oltre 2000 metri quadrati: 27 le sale previste divise in 13 aree tematiche. Al suo interno troverà un posto di rilievo il Tesoro del Duomo.

Ada Lucia De Cesaris, vice sindaco e assessore all'Urbanistica di Milano spiega così il significato della nuova opera:

Il Museo servirà a far meglio conoscere la città dal punto di vista culturale e religioso, aspetti importanti anche in vista di Expo. Forse in passato è stata data poca attenzione a questo tipo di sviluppo, ma oggi dobbiamo lavorare tutti insieme per sostenere i grandi lavori di salvaguardia del Duomo

Infatti, proprio entro l'inizio dell'Expo 2015, la nostra cattedrale dovrebbe apparire in tutto il suo splendore, simbolo dell'anima e del cuore della città.

Il Nuovo Museo del Duomo sarà accessibile da Palazzo Reale e l'archivio e le raccolte saranno completamente digitalizzate, di modo che possano essere usufruite attraverso la rete e le nuove tecnologie informatiche. L'archivio è immenso: ci sono fonti che risalgono al 1145, data della prima pergamena che parla della Basilica di Santa Tecla.

La storia della Cattedrale e della sua Fabbrica fa parte della storia di Milano, e merita di essere raccontata e mostrata a tutti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail