Discoteche in rivolta, vogliono servire alcolici dopo le 2 di notte

Le discoteche di Milano e dintorni sono in rivolta per due motivi ben precisi. Il primo riguarda l'orario di chiusura dei locali che da tempo è fissato alle 5 di mattina, il secondo è legato al recente decreto del governo Prodi che impone alle discoteche di non servire alcolici dopo le 2 di notte.

I gestori chiedono una deroga per la notte di San Silvestro ad entrambe le ordinanze. Per quanto riguarda l'orario di chiusura, che dipende dall'autorità locale, leggasi comune, l'assessore Tiziana Maiolo ha detto che si potrà prorogare l'orario di chiusura alle 6, ma per quanto riguarda gli alcolici dovrebbe intervenire il governo. I gestori delle disco sostengono che le prenotazioni siano calate del 50% e che i milanesi quest'anno preferiranno festeggiare in Svizzera.

Infine, il comandante dei Vigili Bezzon, ha dichiarato che ci saranno squadre della polizia locale che controlleranno orari e somministrazione di alcolici oltre i limiti di legge. Pare che negli ultimi mesi siano già state pescate varie disco con le mani nella marmellata, mentre vendevano alcolici dopo le 2, però, nonostante i verbali stilati, ancora nessuna è stata sanzionata.

Voi che ne pensate ci vuole una deroga alla legge sugli alcolici per la notte di capodanno?

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: