Movida di Milano: le nuove regole del Comune

Musica spenta a mezzanotte, locali aperti fino alle tre durante la settimana e limitazioni alle birre da asporto. Ecco le nuove regole per la movida milanese.

Dopo le polemiche sulla possibilità (nel frattempo diventata realtà) che i locali dei Navigli e degli altri luoghi della movida milanese dovessero spegnere la musica a mezzanotte, arrivano le regole ufficiali del Comune per regolamentare la situazione all'Arco della Pace, Ticinese e, appunto, Navigli. Ci sono restrizioni in più, come sempre, ma anche qualche concessione.

Da lunedì a venerdì pub e locali avranno un'ora in più a disposizione per restare aperti - fino alle tre del mattino, quindi - a patto che entro le due i tavolini all'esterno siano smantellati. Questo per quanto riguarda Navigli e Ticinesi, mentre all'Arco della Pace i locali dovranno chiudere alle 2 e tirare dentro tavolini e sedie entro mezzanotte. Questa volta si tratta di decisioni ufficiali, annunciate direttamente dal Comune e che scatteranno a partire dal 1° giugno.

Fin qui le concessioni, ma ovviamente ci sono anche nuove restrizioni: i locali non potranno più vendere alcolici da asporto allo scoccare della mezzanotte. L'obiettivo è tenere dentro i pub le persone finché questi sono aperti ed evitare che un fiume di persone si riversi in strada alla chiusura prendendo le ultime birre sulla soglia.

Altre sanzioni sono state decise per chi terrà il volume della musica a un livello troppo alto: alla terza volta che verrà scoperto a infrangere il muro del suono scatterà il divieto di tenere tavolini all'esterno per la durata dell'intera stagione. Sempre in tema di musica, i locali dovranno smettere di diffonderla all'esterno entro le 23, e all'interno entro la mezzanotte. Qualche deroga è possibile solo per i locali che possano esporre il "certificato acustico", che, cioè, siano adeguatamente insonorizzati.

Soddisfatti i gestori dei locali (ormai abituati a subire regole più rigide allo scoccare di ogni nuovo anno), meno contenti i residenti, che speravano in una maggiore rigidità degli orari. Anche se - in effetti - se si limitassero ulteriorermente gli orari a quel punto tanto varrebbe stare direttamente a casa.

  • shares
  • Mail