Omicidio nel Naviglio alla Chiesa Rossa

La notizia rimbalza dalle pagine del nostro nuovissimo Crimeblog, tutto dedicato a pene e delitti: mi ha ricordato l'incipit nebbioso di uno Scerbanenco, Traditori di Tutti. Lui la butta in acqua, poi le si tuffa dietro e l'annega. Agghiacciante, sotto gli occhi dei passanti incapaci di intervenire davanti ad un omicidio in corso. Pochi al momento i dettagli sul caso.

... ufficialmente, la chiamava Adele Terrini e a Buccinasco, invece, alla Cà Tarino, dove era nata e dove sapevano molte cose di lei, la chiamavano Adele la Troia, e suo papà, invece, che era americano e fesso, l'aveva chiamata Adele la Speranza.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: