La Curia chiama, il Provveditorato risponde

A gennaio la Curia di Milano ha richiamato il provveditorato. Troppe assenze durante l'ora di religione, si è lamentata la Curia, secondo Don Michele di Tolve, il responsabile diocesano del servizio, l'ora di religione non dovrebbe essere posizionata alla prima o all'ultima ora, il rischio è che la gente se ne vada al bar.

Don Michele di Tolve dice che gli studenti non sono invogliati a seguire questo insegnamento e che l'ora alternativa spesso corrisponde al non far nulla. Un mesetto dopo il richiamo, il provveditorato ha deciso di seguire i consigli degli emissari della Santa Sede, ha richiamato i presidi chiedendo che ci sia una differente organizzazione nell'orario, che l'ora alternativa sia strutturata in modo diverso, e che i professori non consiglino agli studenti stranieri di studiare l'italiano durante l'ora di religione.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: