Expo 2015, oggi Enrico Letta a Milano: "L'Expo sarà il cuore della ripresa "

Nominato anche Giuseppe Sala come commissario unico dell'evento

Mancano due anni, DUE, a Expo 2015.

Il premier Enrico Letta oggi è stato a Milano, per cercare di dare un'accelerata all'organizzazione dell'evento. Per prima cosa ha nominato Giuseppe Sala:

"Sette anni fa è stata una follia visionaria pensare di avere l'Expo, era veramente un sogno. Oggi siamo qui, è la dimostrazione che i sogni servono anche alla politica arida. È un gesto importante per l'Italia la scelta di fare dell'Expo una delle priorità è significante per lo stesso governo. C'è bisogno di fluidità e capacità di lavoro per superare gli ostacoli. Il governo si riserva di decidere la questione della nomina del commissario per i rapporti internazionali. Con il ministro Bonino avremo una serie di incontri, primo fra tutti quello con il segretario di Stato americano John Kerry. La priorità e l'impegno è quello di seguire e spingere al massimo. La nomina di Giuseppe Sala è fondamentale e avrà tutto l'aiuto necessario. Il successo è una delle cartine di tornasole attorno al quale si misurerà la riuscita di questo governo"

Inoltre è stato promesso un impegno totale contro possibili infiltrazioni della criminalità organizzata.

Come leggiamo sul Corriere erano presenti nella sede di Expo Spa, in via Rovello, i ministri delle Infrastrutture (Maurizio Lupi), Cultura (Massimo Bray) e Politiche Agricole (Nunzia De Girolamo), insieme al sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni e il presidente della provincia di Milano Guido Podestà.

Giuseppe Sala ricoprirà il ruolo di commissario unico dell'evento, per cui decadono come commissari Giuliano Pisapia e Roberto Formigoni.

Quest'ultimo ha twittato:


No, non l'ha presa proprio benissimo.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail