Fetish burlesque e sex toys per due serate hot al Maison Milano

L’estetica fetish e un’asta benefica di articoli erotici protagonisti della notte milanese nel locale di via Montegani 68.

Trasgressione, sensualità, ironia ed erotismo soft sono i temi di due serate speciali a cui è difficile resistere.

Stasera mercoledì 8, dalle 20.30, tocca al mondo proibito del fetish cabaret con la one-night “So Fetish, so chic”. Un evento organizzato dalla splendida Mitzi Von Wolfgang, fondatrice e direttrice della Burlesque School di Milano, che surriscalderà la sala del locale con le esibizioni proibite di alcune sue allieve che sfileranno e saranno protagoniste di act sul palco, indossando e utilizzando corpetti, abiti e accessori di Sex Sade, la più famosa boutique fetish della città.

Special guest direttamente dai club underground londinesi, Alan Debevoise, il primo boylesquer italiano divenuto celebre nel Regno Unito per le sue eccezionali performance.

Il dress code consigliato ovviamente e il fetish chic. Date spazio alla vostra fantasia e tirate fuori dal vostro guardaroba capi in pelle e corsetti, calze a rete e tacchi a spillo, manette gioiello e cappellini militari, stivali e frustini. Insomma tutto ciò che spazia tra il proibito e la trasgressione, ricordandosi di non cadere nel volgare.

Domani sera invece è la volta di VagiNight, un aperitivo prolungato dallo sfondo benefico organizzato dal blog Memorie di una Vagina in collaborazione con Condomia.it per raccogliere fondi a favore delle attività della Fondazione LILA Milano ONLUS, da anni impegnata in campagne di sensibilizzazione e prevenzione contro la diffusione del virus HIV.

Dalle 19.30, tra un drink e un piattino del buffet si potrà assistere e partecipare ad un’asta di sex toys (dalle maxi confezioni di preservativi ai lubrificanti, fino all’ultimo ritrovato di ingegneria erotica) sapientemente condotta dall’ironica ed istrionica Cesira, la celebre drag queen interpretata da Eraldo Moretto, nota per aver affiancato Enzo Iacchetti in una delle scorse edizioni di Velone, oltre ad aver lanciato on lui lo scorso anno il divertente brano “Non sono Lady Gaga”.

Così tra un gioco verbale e un oggetto del piacere vinto dal miglior offerente la serata VagiNight diventa un’occasione per parlare di sesso in maniera sana e intelligente, da vivere con consapevolezza e libertà. Chi non riuscirà ad aggiudicarsi i gadget battuti da La Cesira e vorrà contribuire alla raccolta fondi, potrà comunque portarsi a casa, con un’offerta minima di 8€, il Vagikit ideato per la serata, contenente gadget a tema e materiale informativo.

Ecco cosa dice Massimo Oldrini, Presidente di LILA Milano in merito alla Vaginight “Abbiamo deciso di essere parte di questa iniziativa così originale – afferma– perché rappresenta un’utilissima occasione per parlare, soprattutto alle donne, di sesso e prevenzione proprio nello stile che ci caratterizza. È necessario infatti, in Italia soprattutto, ricominciare a ragionare seriamente sulla tematica dell’HIV declinata al femminile. Lo dicono i numeri e l’esperienza lunga 25 anni dell’associazione: le donne sono più esposte degli uomini al rischio di contrarre l’HIV ma, paradossalmente, paiono informarsi di meno. Una tendenza da invertire, obiettivo che LILA sta perseguendo con grande impegno. Quindi voglio esprimere un sentito ringraziamento a Memorie di una Vagina che, grazie ai fondi raccolti in questa serata, ci aiuterà a portare avanti il lavoro di informazione e prevenzione in favore delle donne”.

L’ingresso alla Vaginight è a 12€ e comprende un drink e il buffet. La serata prosegue con live show e djset tutto da ballare.

  • shares
  • Mail