Street art: dolce stil nuovo in città?

Poesia di strada in San Babila

Visto che siamo in tema di graffiti, può essere sfuggito all'occhio dell'attento cittadino il pullulare di esperimenti di street art a base di parole, anzi, di vere e proprie installazioni poetiche. I muri delle città, si sa, ispirano la creatività democratica, quella alla portata di tutti: ed ecco che anche a Milano si diffonde questa sorta di dolce stil novo urbano.

Di cosa si tratta? Semplici parole, versi, folgorazioni. Fogli di carta, stampati e attaccati sui muri con lo scotch, con la colla, appesi o solo appoggiati. Io mi sono imbattuta almeno in due esempi di Poesia murale, quelle di Ivan , del gruppo H5N1 e della bellissima ed eterea eVeLine (nella foto, un esempio vicino a piazza San Babila).

E voi, conoscete qualche altro Petrarca postmoderno?

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: