Videosorveglianza e controlli interforze, la ricetta di De Corato per la sicurezza a Milano

Durante una conferenza stampa tenuta in mattinata, il Vicesindaco Riccardo De Corato ha presentato i nuovi progetti per Milano Sicura. Il primo è relativo ai pattugliamenti, nelle zone a maggior rischio sono già in atto pattugliamenti extra interforze, ovvero di carabinieri, polizia, vigili e gdf. De Corato dichiara:

“Grazie alla firma del Patto per la Sicurezza, Milano è oggi una città più protetta. Perché ogni settimana, come previsto dall’accordo, ci sono azioni di pattugliamento mirato interforze nelle aree più sensibili. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: dai continui blitz della Guardia di Finanza all’Ortomercato, alle operazioni di carabinieri e polizia in corso Como e viale Monza contro lo spaccio, a quelle dei vigili alla Centrale contro clandestini e abusivismo commerciale”

Le aree sensibili e interessate a pattugliamenti extra, sono una decina, ma a seconda delle esigenze possono anche variare. Il Vicesindaco racconta più nello specifico le zone degli interventi:

“Oltre a una vasta area sensibile come quella del Duomo vengono costantemente controllate via Brera, per la tutela della quiete pubblica e il contrasto all’abusivismo commerciale, la Stazione Centrale, con servizi giorno e notte, per prevenzione e repressione di reati predatori e degrado. Presidi mirati contro la criminalità diffusa sono attivi anche nell’area di via Mar Nero e in zona Baggio. Due le aree commerciali su cui c’è attenzione: quella attorno al parcheggio di Cascina Gobba, per la presenza del ‘mercatino dell’est’, e di via Marignano per quello delle pulci. Chiude la lista un lungo elenco di vie dove si svolge il servizio antiprostituzione: in zona Niguarda, viale Abruzzi, viale Umbria, via Sammartini, Monumentale, piazza Trento. Sotto controllo anche le linee di superficie Atm più a rischio”

Il Vicesindaco ha anche presentato alla stampa la Control Room, una sala dedicata alla visione delle immagini provenienti dalle oltre 900 telecamere sparse per Milano. Alla stessa Control Room arrivano anche le segnalazioni provenienti dalle 140 colonnine SOS presenti sul territorio.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: