La Santanchè al campo rom di via Bovisasca

Tacchi a spillo, pantaloni e impermeabile stretto in vita. Questa la mise, non proprio intonata, dell'Onorevole Santanchè, candidata premier de La Destra. Accompagnata da una delegazione di esponenti del suo partito e da due donne che hanno denunciato di essere state aggredite la sera di Pasqua da un gruppo di giovani nei pressi del campo.

Davanti ad uno stuolo di fotografi, li evidentemente per l'operazione di Polizia che ha preceduto la visita della lady, ha usato parole di fuoco sull'illegalità e la sporcizia del campo rom e del fatto che il territorio viene deturpato e sottratto agli italiani da parte di gente "che andrebbe cacciata a pedate nel sedere".

All'ingresso dal campo, ad accogliere la Santanchè, c'era anche Diana Pavlovic (nella foto de La Stampa), una giovane di origine Rom candidata alla Camera a Milano dalla Sinistra Arcobaleno. "Sessant'anni fa - ha detto alludendo alla delegazione della Destra - ci hanno gasato, ora vengono a farsi la campagna elettorale alle spalle di questa povera gente".

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: