Biglietto sexy alla prof, il Berchet in subbuglio

No, non siamo in un film scollacciato degli anni Settanta, tipo L'insegnante con la Fenech. Aria di guai al liceo classico Berchet, dove uno studente - ma il colpevole non è stato ancora trovato - l'ha combinata grossa. Una giovane supplente - 30 anni, carina a quanto dicono gli stessi allievi della scuola - si è ritrovata in borsa un biglietto che da tutti i giornali (a cominciare da Repubblica che ha lanciato la notizia) viene definito "osceno": cinque parole con apprezzamenti, a quanto pare, di carattere sessuale.

La professoressa è scoppiata in lacrima quando è tornata nella III G e il caso è esploso. Adesso sei studenti, gli unici maschi presenti in classe nel giorno del fattaccio, sono sospettati, ma non è ancora saltato fuori l'autore del biglietto. Il preside Pessina ha annunciato una punizione "blanda, ma educativa" per tutti, dopo un consiglio di classe furibondo in cui i genitori si sono opposti a punizioni di massa.

Ma forse la professoressa poteva trovare un modo più sensato e meno emotivo di reagire e mettere i suoi studenti di fronte alle loro responsabilità.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: