Il ritorno della michetta: la Michetteria Milanese in Corso di Porta Ticinese

Domani alle 20.30 uno showcooking in vetrina.

Se n'erano un po' perse le tracce. Quanto meno non è più così facile trovare il pane tradizionale di Milano, la michetta, nelle panetterie sparse per la città. Solo il 25% dei panifici la produce ancora, il 50% di questi in provincia. Un primo tentativo di salvataggio è arrivato nel 2007 con il marchio De.Co. (denominazione comunale), attribuito alla michetta per proteggere il prodotto e tramandarne la ricetta.

Adesso si prova a rilanciare il pane tradizionale milanese, anche attraverso l'apertura di un locale nella zona che si vuole più di tendenza di Milano: Porta Ticinese. La Michetteria Milanese (Mica) ha aperto qualche settimana fa al numero 50 del Corso, grazie alla volontà di due giovani imprenditori con parecchia esperienza alle spalle nel campo enogastronomico: Federico Gordini e Matteo Ungaro.

L'idea alla base del tutto è di rilanciare la michetta come pane adatto per panini al salame o gorgonzola o coppa da mangiare per strada. Una sorta di spuntino slow food che vada a sostituire il panino di Mc Donald's. E ogni mese ci saranno ricette nuove, ideate da giovani chef che si cimenteranno con la tradizione meneghina. Mercoledì 22 maggio alle 20.30 uno di questi esperimenti sarà aperto al pubblico: con lo "showcooking" in vetrina dello chef varesino Roberto Valbuzzi.

Tra le ricette già disponibili, non poteva mancare la michetta dedicata a Enzo Jannacci (mortadella e gorgonzola), mentre a giugno esordirà quella vegetariana. Disponibile anche la consegna a domicilio, ma per il momento solo nel centro storico. Per tutte le info, qui il link alla pagina Facebook di Mica.

  • shares
  • Mail