Impiccati davanti all'Aler

Una decina di manichini impiccati stanotte sono comparsi presso la filiale Aler di via Andrea Costa, con cartelli appesi al collo con scritto “30 di affitto” o “voglio casa di proprietà” oppure “avevo un mutuo”. Un'azione simil futurista per richiamare l'attenzione sul caro affitti in seguito alla denuncia dei sindacati degli inquilini sugli aumenti dei canoni d'affitto delle case popolari, che interessano 170mila famiglie in Lombardia.

I sindacati denunciano “criteri scriteriati” in ragione dei quali - per fare un esempio - a parità di alloggio (60 mq in uno stabile di vecchia costruzione in zona semi-periferica di Milano) una famiglia di quattro persone con un reddito complessivo di 14mila euro avrà un aumento dell’affitto del 43%, mentre una coppia con due figli e un reddito di 28mila euro andrà a pagare il 12% in più.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: