Per i City Angels: le ronde sono inutili

L'affare ronde continua. La Lega difende a spada tratta la sua proposta e il coro dei favorevoli bipartisan aumenta ogni giorno. Tra i contrari, molti, rilevante l'opinione dell'Associazione dei City Angels chiamata da più parti in causa sulla vicenda. Secondo Mario Furlan l'emergenza sicurezza "è una bufala" e "le ronde sono inutili". Il fondatore degli Angeli, associazione presente in 6 città, precisa che non è affatto vero che oggi le città italiane siano più insicure rispetto ad alcuni anni fa. "La situazione non è peggiorata, ma rimane sostanzialmente invariata. Non esiste un'emergenza sicurezza, bensì un problema di sicurezza, soprattutto in alcune zone a rischio".

Il punto è che la percezione di insicurezza da parte dei cittadini è enormemente aumentata a causa di due fattori correlati: le campagne mediatiche ossessive sulla sicurezza e l'accresciuta presenza di immigrati. "A Milano avevamo si e no una richiesta giornaliera di scorta da parte di donne timorose di percorrere da sole alcuni quartieri, siamo arrivati a dieci e più richieste al giorno. E cominciano ad arrivare richieste di scorta anche nelle nostre sedi di Torino, Bologna e Roma - dice Furlan. - Spesso si tratta di timori ingiustificati, che sconfinano nella psicosi collettiva. Perchè un conto è prestare la dovuta attenzione quando si va per strada, un altro è essere inutilmente terrorizzati".

Si arriva anche al punto più scottante, le ronde, che secondo Furlan sono sostanzialmente inutili. "Se per ronde si intendono persone che segnalano situazioni sospette alle forze dell'ordine, si tratta di cittadini benemeriti che fanno ciò che chiunque dovrebbe fare, e non si può nemmeno parlare di ronde nel senso etimologico della parola. Se invece per ronde si intendono persone che intendono pattugliare zone delle città sostituendosi alle forze dell'ordine, sono non solo inutili, ma anche pericolose. Perché si tratta di persone impreparate che rischiano di trovarsi in situazioni pericolose e di dover essere soccorse, anziché soccorrere".

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: