Giambellino: genitori islamici contro mediatore marocchino

Dalla vicenda della scuola di via Quaranta ad oggi sembra che sia passata tanta acqua sotto i ponti. Sembra, perchè alcuni nodi si sono sciolti solo negli ultimi mesi, per esempio con l'arresto di Roberto Sandalo e Maurizio Peruzzi, presunti complici negli attentati incendiari avvenuti contro la moschea. Ora tornano però in ballo i genitori dei bambini che avrebbero dovuto frequentare la struttura di via Quaranta;

Arriva in provveditorato il caso della scuola di via dei Narcisi, nel cuore del quartiere Giambellino, dove un gruppo di genitori musulmani minaccia di non mandare più i figli in classe se non viene mandato via un mediatore culturale marocchino che, a loro parere, «attacca l´Islam».

Di cosa si tratta; pare che il mediatore culturale marocchino, abbia una visione dell'Islam poco ortodossa - calembour idiota, lo ammetto - e che i genitori dei ragazzi abbiano pura che i figli vengano brainwashed per finire i loro giorni, addirittura in una Chiesa Cattolica. Molti di questi genitori sono gli stessi della scuola di via Quaranta.


Ieri mattina alla preside è stata consegnata la lettera ultimatum sottoscritta da 30 capifamiglia mediorientali, genitori di una sessantina di alunni, cioè tutti quelli di origine maghrebina nella scuola. Fra i firmatari anche due imam, protagonisti dello scontro frontale col mediatore marocchino

E dire, che sempre come riporta "la Repubblica", la scuola i suoi tentativi - riusciti - di rendere la convivenza tra alunni di varie confessioni, spiega la Preside della scuola:

Noi abbiamo oltre il 50 per cento di alunni stranieri, abbiamo bambini di tutte le fedi e nessuno ha mai insinuato assurdità di questo genere. L´ora di religione è facoltativa e c´è un insegnante di alternativa. Abbiamo le diete speciali per i musulmani e per i vegetariani. A Natale si fa la festa, perché così è tradizione nel nostro paese, ma i bambini di altra fede non cantano le canzoni con riferimenti cattolici. Abbiamo sempre rispettato i diritti di tutti i bambini, cristiani, buddisti o islamici che siano. Non cederemo ai ricatti, il mediatore ha la mia completa fiducia

Voi cosa pensate di questa vicenda?

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: