L'Ecopass fa bene...alle casse del Comune

Viene la pelle d'oca. Che il provvedimento fosse "redditizio" per le casse comunali lo si poteva immaginare, ma non nei termini indicati dallo studio della società di ricerche Frost & Sullivan che ha analizzato i ricavi dagli schemi di pedaggio europei.

Secondo lo studio l'introduzione dell'ecopass ha significato per l'amministrazione comunale di Milano una crescita dei ricavi di circa 150 milioni di euro, probabilmente nell'arco dell'anno. Se le stime, o i calcoli, sono esatti sono circa 120 milioni in più di quelli inizialmente preventivati che entrerebbero nelle casse comunali. Una cifra notevole che se, come promesso, sarà reinvestita in progetti ambientali e mobilità sostenibile farebbe di Milano la città "verde" per antonomasia.

L'Assessore Croci nel dicembre scorso indicava come ricavi 24 milioni di euro divisi tra gestione del sistema, potenziamento trasporto pubblico e interventi per mobility management, come incentivi all'acquisto di abbonamenti annuali al trasporto pubblico. Dallo studio risulta poi che il mercato del pedaggio antismog dovrebbe raggiungere in Europa i 2 miliardi di euro nel 2015. Un business sul quale, non a caso, alcune amministrazioni comunali già pensano di mettere mano. Se l'Ecopass di sicuro non serve ad abbattere le polveri sottili, quantomeno riempie le casse comunali.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: