Smog in metrò: le promesse dell'Atm

"Monitoraggio", "Superpulizie" e "Treni più freschi e puliti". E' la solenne promessa dell'Atm per abbattere le polveri sottili nelle banchine e sui convogli. Dopo il servizio delle Iene e il mega paginone sul Corriere di ieri l'Atm fa ammenda e promette un piano straordinario di intervento. Un documento ampio in tre punti. Vediamolo in dettaglio.

Monitoraggio: "Utilizzando il 'metodo gravimetrico', verranno effettuati 6 campionamenti ogni anno sulle 3 linee del metrò dagli atri delle stazioni sino alle banchine. Le misure - si legge ancora -verranno effettuate per 4-5 ore consecutive per avere una vera radiografia dell'aria e non un controllo spot.

"Superpulizie e massima igiene": Lo speciale “treno aspirapolvere”, già in servizio da tempo, ora effettuerà un ciclo sistematico di corse durante l’orario di chiusura. Per la linea 1 l’aspirazione totale è prevista 1 volta al mese; una volta ogni 60 giorni per la linea 2 e ogni 90 giorni per la linea 3. Sempre dal “treno speciale” il lavaggio dei tunnel, prima previsto una volta l’anno, ora verrà effettuato 5 volte l’anno.

E, infine, visto l'avvicinarsi della torrida e tragica estate meneghina, "Treni più freschi e puliti". Sulla M1, la linea più anziana e calda della rete, sono già in servizio i primi 15 treni con aria condizionata e il piano proseguirà al ritmo di 2 treni al mese. Nel mese di agosto oltre il 90 per cento dei convogli in circolazione sarà “air conditioned”. Nel “piano antipolveri” è previsto che ogni 2 mesi verranno “sanificati” anche i condotti dell’aria condizionata e di ventilazione, mentre per i filtri che portano aria nei vagoni, il ciclo di sostituzione è fissato ogni 15 giorni.

Che dite saranno sufficienti per migliorare la situazione?

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: