Radio Rock Fm: si chiude in grande stile con una maratona

Che non sia mai stata una radio normale lo sapevamo: tonnellate di metal, punk e rock non convenzionale. Insomma niente strizzatina d'orecchi a musica mainstream, agli inserzionisti e agli editori: duri e puri, come solo un vero rocker sa esserlo. Ebbene ve lo avevamo anticipato: Rock Fm chiude. Ancora una settimana di programmazione e poi, il 31 maggio, l’addio agli ascoltatori. Dati gli alti costi delle frequenze, la proprietà (di cui fa parte la Mondadori) non ha trovato una soluzione per trasformare la radio locale in un network nazionale e nessun altro editore si è fatto avanti.

Garavelli e co. hanno deciso di scandire il countdown con una cinque giorni in grande stile. Dal 26 al 30 maggio gli studi di via Locatelli ospitano moltissime band italiane (Baustelle, Marlene Kuntz, Pfm, Afterhours, Cristina Donà, Linea 77, Lacuna Coil, Bugo, Piero Pelù…). Inoltre tra le 18 del 30 maggio e le 18 del 31 la grande maratona condotta da tutti i dj della radio e dagli speaker di altre emittenti in pellegrinaggio.

Dopo aver ospitato anche grandi ospiti internazionali come Van Halen, Iron Maiden, Ben Harper, Alanis Morissette, Lenny Kravitz se ne va un bel pezzo di storia. Ricordo quella volta, molti anni fa, quando per ritirare un cd vinto con un concorso (Oasis, "What's the story morning glory") sul ascensore degli studi in zona Repubblica conobbi Claudia, speaker di Rock Fm. Gli dissi che mi era simpatica e che mi piaceva il suo modo di condurre"scazzato". Poco dopo, durante la sua trasmissione mi salutò e raccontò l'aneddoto in diretta. Pura emozione. Grazie Claudia.

Qui un blog per la commemorazione: RockFamily.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: