Metro sull'acqua: il progetto presentato ieri

Milano come Venezia: navigli percorribili per il trasporto delle persone. Un ritorno alle origini, quando a Milano si trasportavano merci, bestiame e persone ovunque, pezzi del Duomo compresi. L'obbiettivo dell'Associazione Amici dei Navigli è semplice come l'uovo di Colombo. Due linee di trasporto pubblico lungo il Naviglio Grande e il Naviglio Pavese per collegare le periferie con la Darsena. Un progetto semplice e pulito grazie ad "imbarcazione anfidrome ecocompatibili" con guida su entrambi i fronti, così da evitare di doverle girare.

I tratti da Corsico (linea 1) e da Assago (linea 2) diventerebbero dunque nuove tratte per il trasporto pubblico, ecologiche ed efficienti. Il progetto dell'Associazione ha previsto 11 fermate la maggior parte delle quali in corrispondenza dei punti di interscambio con tram, passante metro e parcheggi. Nodo di interscambio sarebbe la Darsena. Tra l'altro questo è il primo degli ambiziosi progetti dell'Associazione. Uno di questi è il ripristino della navigazione da diporto e passeggeri dal lago Maggiore alla laguna di Venezia, ottenendo così un canale navigabile che colleghi la Svizzera al mar Adriatico. Riattivare in pratica l’idrovia Locarno-Venezia.

Il progetto della metro sull'acqua è stato presentato ieri nella sede dei Canottieri Milano. A mio parere un modo efficace per contrastare inquinamento e traffico. Chissà che parte di miliardi in cantiere per l'Expò non possano essere usati per questo interessante progetto.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: