Milano? E' la capitale della 'ndrangheta

C'erano le storie brutte dell'ortomercato, di cui vi avevamo raccontato in passato e di cui potete leggere qualcosa qui per esempio, nell'archivio del Corriere. Ora cosa viene fuori? Che la capitale delle 'ndrine non è Reggio Calabria come si potrebbe immaginare. Avete capito bene: è Milano. Potrete leggerne di più a riguardo su Crimeblog.

E' il sostituto procuratore nazionale antimafia Enzo Macrì ad averlo spiegato durante un conferenza con Don Ciotti, potete leggere tutto qui, sul Messaggero:

Macrì ha aggiunto che il dinamismo e la pericolosità estrema della 'ndrangheta è dato proprio da questo fatto, di non avere cioè - a differenza di cosa nostra e camorra - una sede principale. «Le cosche della 'ndrangheta - ha aggiunto Macrì - hanno sedi secondarie a Torino e in altre parti del nord e in quasi tutti e cinque i continenti». Il magistrato del Dna ha confermato il giro d'affari della 'ndrangheta, che l'Eurispes ha segnalato in 45 miliardi di euro l'anno ed ha segnalato il provvedimento delle autorità statunitensi di estendere le misure di protezione di quel Paese agli affiliati di 'ndrangheta

Nel mentre, facciamo finta di non accorgerci di nulla, ma così è la vita.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: