La Casa degli Omenoni e il Codice di Leonardo

casa degli omenoniTra Piazza Belgioioso e Piazza San Fedele, non lontano dalla Scala, spicca per originalità e stile il palazzo denominato "Casa degli Omenoni", che da anche il nome alla stretta strada in cui si trova: eretto dall'architetto Leoni nel tardo 500, presenta otto cariatidi dette comunemente Omenoni (grandi uomini) sulla facciata, a reggere l'architrave e il portale, scolpiti da Antonio Abondio, che volle il palazzo come dimora e laboratorio. La via fino all'800 era conosciuta come via Aretina, in onore a Leone Leoni, detto l' Aretino, ma cambiò nome in via degli Omenoni, proprio per la particolarità dell'edificio.

Il palazzo è famoso per essere stato il primo e più significativo custode del famoso "Codice Atlantico" di Leonardo da Vinci, i "Disegni di Machine et delle Arti Secrete et altre cose", raccolta allestita da Pompeo Leoni nel decennio 1580-90, che nel 1637 venne donata alla Biblioteca Ambrosiana, dove ancora può essere ammirato come testimonianza del grande genio di Leonardo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: