Emergenza afa, colpisce anche la polizia

La polizia postale di Milano non ce la fa più, fa troppo caldo. Soprattutto fa caldo quando l'aria condizionata non funziona e ci si ritrova a dover, per forza di cose, lavorare attaccati ad un pc per svariate ore al giorno. Dopo la carenza di computer, essenziali per la polizia postale, il nucleo milanese degli investigatori informatici è stato colpito dalla inefficenza del sistema di aria condizionata della palazzina che li ospita.

Il delegato sindacale ha dichiarato all'ansa che c'è una temperatura insopportabile, che è chiaramente in netto contrasto con la 626. la legge sulla sicurezza sul lavoro prescrive, infatti, che vengano rispettate determinate temperature sia in inverno che in estate sul luogo di lavoro. In poche parole, occhio che in sto periodo gli hacker milanesi magari si sbizzarriscono approfittando del caldone!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: