Intercettazioni Rai: coinvolta anche Eliana Miglio, la moglie di Paolo Glisenti

miglioglisentiQui siamo in quel territorio limite tra il gossip che diventa strumento politico e la politica che si mette al servizio del gossip. Avrete forse seguito la recente vicenda delle intercettazioni Rai: su polisblog se ne parla, e non solo, chiaro. In che modo rientra Milano in tutto questo?

Perchè c'è di mezzo Eliana Miglio. Chi è? Una bella donna, di sicuro, ma soprattutto la moglie di Paolo Glisenti, il golden boy dell'Expo 2015, l'uomo che spenderà circa quattro miliardi di euro per realizzare quella sagra transnazionale che cadrà nel quindicesimo anno del ventesimo secolo dopo Cristo (scusate, non volevo fare una ripetizione).

Nelle intercettazioni pubblicate da l'Espresso, si spiega benissimo delle telefonate tra Letizia Moratti e Agostino Saccà, per un provino, cui sottoporre Eliana: provino che va comunque male, e a nulla servono gli appoggi. La Moratti richiama Saccà lamentandosi: e lui spiega che purtroppo non decide da solo.


Letizia Moratti Il sindaco di Milano raccomanda la moglie del suo braccio destro, Paolo Glisenti. Saccà, per rassicurarla sul fatto che il provino al quale teneva era stato fatto, interrompe una proiezione. Purtroppo il provino va male e, puntuale, arriva la telefonata di rimbrotto. Luciana Barazzoni, assistente personale della Moratti è molto dispiaciuta e dice che i suoi capi, Letizia Moratti e Glisenti, oggi segretario generale dell'Expo 2015, tenevano molto al provino per Eliana. Nell'intercettazione non si dice il cognome ma tutto fa supporre si tratti di Eliana Miglio, attrice e moglie di Glisenti. Saccà protesta la sua innocenza per l'esclusione. Dice che non decide da solo, c'è una commissione e comunque lui ce l'ha messa tutta: è andato prima dal produttore e poi dal capostruttura ma non c'è stato nulla da fare

Via|l'Espresso

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: