Il primo computer d'Europa si accese a Milano

CRC102AI milanesi sembrano spesso esagerati nell'assegnare alla propria città un primato per tutto, giudicandola sempre la migliore, e sicuramente la prima in qualsiasi campo. Ebbene, Milano possiede anche il primato di aver avuto il primo computer dell'Europa continentale, un primato della città che coinvolge anche l'Italia: il primo calcolatore europeo, il CRC102A, venne acceso al Politecnico nel lontano 1954.

Il rettore infatti progettò una macchina di calcolo e chiese fondi al piano Marshall, partendo poi per gli Stati Uniti, verso l'Università di Pasadena. Il risultato del duro lavoro fu imbarcato a Long Beach e raggiunse il porto di Genova nell'ottobre 1954, e i primi ad utilizzarlo furono la Pirelli e la Edison, la quale lo utilizzò per progettare dighe.

Il CRC102A fu per anni l'unico calcolatore del Politecnico e funzionò fino al 1963. Il suo peso è sicuramente da record per un computer: 1,2 tonnellate.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: