Caro-gasolio: i tassisti milanesi pronti a scendere in piazza

taxi bus tram

Alcuni mesi fa erano stati pescatori a sollevare per primi il problema del caro-gasolio - e si continua ancora, anche in Giappone - impennatosi nel giro di pochi mesi. Ora sembra che anche i taxisti milanesi siano in procinto di scendere in piazza per chiedere sgravi fiscali e qualche aiuto: per evitare di far pagare una corsa Milano-Malpensa 140 euro, come riporta Il Giorno.

Le principali sigle di rappresentanza sindacale hanno infatti annunciato che entreranno in agitazione nel mese di settembre in coincidenza con alcune manifestazioni fieristiche come il Micam, in programma dal 17 al 20. Alla base dello scontro tra tassisti e Regione alcune promesse non mantenute, ed un negoziato mai andato in porto:

La Regione, infatti, chiede ai tassisti di raggiungere "quei fattori di qualità", che ancora non sono stati raggiunti, in vista dell’Expo. Un esempio: il Pirellone pretende dai tassisti che imparino l’inglese, usino macchine capienti e meno inquinanti e anche il bancomat. E i conducenti di auto bianche, dal canto loro, chiedono adeguamenti automatici e vorrebbero ridiscutere le tariffe fisse, vera spina nel fianco da quando sono state introdotte

Foto | gchicco, Flickr

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: