“Terapia d’Urgenza”: una nuova serie televisiva ambientata a Milano

Il posto della nostra città nell’immaginario collettivo italiano – ad esempio per quanto riguarda la canzone – è spesso non molto lusinghiero: invidiata ma sbeffeggiata, ricca ma brutta. E anche cinema e televisione ci mettono del loro, ignorando spesso e volentieri la cosiddetta “capitale del nord”. Qualcuno dice che le cose cambieranno con la nuova cittadella del cinema, che rimpiazzerà la ex Manifattura Tabacchi di Viale Fulvio Testi e produrrà, tra le altre cose, film di ispirazione leghista.

Nel frattempo comincia domani sera su Raidue una nuova serie televisiva, “Terapia d’Urgenza”, ambientata in un immaginario ospedale della Bovisa e patrocinata non a caso da Comune e Regione, interessati a promuovere la città come set televisivo. Ma sarà davvero una produzione che rende giustizia alla Milano quotidiana e mostra le ambulanze sfrecciare tra Piazzale Maciachini e un intasato Ponte della Ghisolfa? Oppure vedremo solo interni di ospedale e occasionali immagini di repertorio del Duomo e del Castello, come spesso accade?

Staremo a vedere, per placare l’attesa (che immagino spasmodica) potete guardare il back stage qui sopra e leggere l’elenco dei luoghi della città che saranno coinvolti nei primi episodi.

I luoghi delle riprese nei primi 18 episodi
Ospedale Niguarda Ca' Granda, piazzale dello Sport, via Palatino, Conservatorio, Mercato di Porta Ticinese, centro di Peschiera Borromeo, Bicocca, Arco della Pace, ristorante bar Living, Navigli e bar Bond, Carcere di Bollate, Castello Sforzesco, Villa Reale a Monza, Stadio Brianteo, via Fogazzaro.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: