Sondaggio: decreto legge anche contro i graffiti, voi da che parte state?

spongebob cattivo graffiti

Berlusconi promette di agire in pratica solo tramite decreto: e ne vuole fare uno anche contro i graffiti. Prima di tutto, per capirci, cosa c'è di diverso in un decreto da una legge? Si fa tutto più in fretta e nel ghe-pensi-mi tipico del Cavaliere è il modo più rapido di risolvere le cose

Il decreto legge è un atto con forza di legge che può essere adottato dal governo (cioè dal Consiglio dei Ministri) in casi straordinari di necessità e urgenza. La necessità e l'urgenza possono riferirsi tanto al provvedere (cioè alle disposizioni in esso contenute), quanto al provvedimento (nel suo complesso). È la legge 400/1988 (prima era disciplinata dalla legge 100/1926), nel prescrivere che i d.l. devono contenere misure di immediata applicazione, non esclude che il provvedimento sia di per sé capace di risolvere il caso di necessità ed urgenza per cui è stato adottato

Solo che dovrebbe diventare legge nel giro dei sessanta giorni successivi alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, altrimenti decade retroattivamente. Ma nessuno lo spiega a chi legge i giornali, e si parla solo di decretificio. Va bè. Ora ne vuole fare uno anche contro i graffiti: vedremo se manterrà la promessa, mentre Sgarbi da Salemi si propone già come redattore del testo, spiegando che vieterebbe i graffiti su tutti gli edifici costruiti prima del 1960, mentre su quelli costruiti da lì in poi, via libera, si può dipingere quello che si vuole, visto che fanno schifo. No, non me lo sono sognato, c'è scritto sul Corriere di oggi, cartaceo però, sul web non ho ancora trovato nulla, magari lo caricano nel pomeriggio.


Foto | Flickr
  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: