Vino Zonin Brera: qualche foto e un insulso microreportage

Vino Zonin Brera: tutte le foto

Lo squallore percepibile fin dal titolo non deriva tanto dal prodotto vinicolo in sè, presentato ieri sera in Brera. Prodotto che non sono stato comunque capace di giudicare. Ma dal contorno, dal resto. Il resto che ti fa venire voglia, a volte, di fare scelte di vita alla Marco Walden in Guerra agli Umani di Wu Ming 2: inseguire utopie alla Thoreau, e diventare un supereroe troglodita. E non dite poi che mi lamento sempre! Voi vi ricordate di Randi Ingerman? Dopo il salto capirete perchè, tutto si collega perfettamente.

Vino Zonin Brera: tutte le foto
Vino Zonin Brera: tutte le foto
Vino Zonin Brera: tutte le foto
Vino Zonin Brera: tutte le foto

Partiamo: ieri sera ci invitano in Brera, alla spazio Luisa Beccaria, per il lancio di questo vino, il vino Brera. Tutto giusto: di prodotti vinicoli capisco più o meno quanto di fisica quantistica o di filologia romanza. Arriviamo, e siamo i soliti: io e Arianna di Blogosfere, con cui ci si incontrerà a breve anche nel bagno di casa:"Anche tu qui? Ma è il mio bagno!" - "Eh si sai, mi hanno invitato, devo fare un video per l'Expo. Mi passi la carta?".

Nel contesto siamo più o meno i giovani pària dell'informazione locale: siamo quelli che arrivano ancora puntuali a questo genere di appuntamento, non come, la cavta stapvata, che si fa gli, ehm, affari propri e arriva tranquilla alle otto e mezza, mentre il tutto iniziava appena novanta minuti prima. L'ambiente è sfarzosamente minimale, per usare un ossimoro. Date un'occhiata alle foto. Ne sono certo: sommando le retribuzioni annue medie dei presenti, si doppiava il pil del Burkina Faso.

Ci sono il signor Zonin, un ragazzo che causa tremore e terrore nelle donne presenti: giovane, bello, indiscutibilmente più che benestante. Sospetto che sia una specie di nemesi di Lapo Elkann, uno che se venisse beccato in situazioni simili a quelle in cui capitò il rampollo di casa Agnelli, preferirebbe l'esilio alle Isole Trobriand, piuttosto che veder divulgata la notizia.

Il vino non è male: ed è bianco. E' tutto quello che so dire. Un amico sommelier mi spiega qualcosa, ma l'unica cosa che mi rimane impressa delle sue accurate dissertazioni è che

"Il rosè? E' roba da anni ottanta"

Il tutto mentre appare Randi Ingerman. Impossibile non scattarle una foto: se la prende. "Dovevi dirmelo prima!", il tutto con il tono arrogante di chi è abituata ad essere accontentata subito. Superfluo farle notare che la sua sopravvivenza tra le celebrità più o meno misere di questo pianeta nasce principalmente dagli scatti a tradimento in cui compare.

Basta dare un'occhiata a questa pagina di google images: un paio di nudi, sui quali percepisco aleggiare il "Ma sono scatti artistici, non c'è niente di volgare..." e qualche paparazzata a casaccio in compagnia di ex compagni. Era tanto che non finivo in Brera. Non mi perdevo molto: finisco in un bagno di un locale vicino, sul piccolo posacenere che ancora c'è sopra il contenitore della carta igienica, qualcuno ha da poco tirato della cocaina, è evidente. Bustina di plastica vuota a terra, qualche minuscola scaglia rimasta sul metallo inox. Come spiegava Jay McInerney, uno stupefacente illusorio, percui perfetta metafora del crack borsistico del 1987 o della settimana scorsa:

La cocaina è letteralmente un cane che si morde la coda: in nessun momento si raggiunge mai la pienezza, la realizzazione, in rapporto al consumo dell'esatto numero di righe. La soddisfazione è sempre dietro l'angolo, una riga più avanti. Ed è stato così che molti di noi hanno imparato che tutto quello che va su, prima o poi torna giù, una lezione ribadita il 19 ottobre del 1987, con il tonfo della Borsa americana dopo un lungo periodo di rialzi pazzeschi

Finisco a mangiare un panzerotto seduto a terra in via Fiori Chiari con un amico e due ragazze conosciute sul posto, pensando a come mischiare Thoreau, l'intervista a Gatti, il capo dei Sert di Milano, che forse oggi riusciamo finalmente a postare, e Randi Ingerman, Jay McInerney e Brera. Missione compiuta, forse.

Vino Zonin Brera: tutte le foto
Vino Zonin Brera: tutte le foto
Vino Zonin Brera: tutte le foto

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: