Giovedì in Bicocca il primo convegno universitario sul sadomasochismo in Italia

Torna alla mente la scoperta del centro estetico ritrovo sadomaso a Torino, dove la titolare (o meglio la mistress) dichiarò a sua discolpa che non forniva atti sessuali ma una vera e propria "psicoterapia". Il termine BDSM è un acronimo: sta per bondage, disciplina, sadismo e masochismo. Un fenomeno che coinvolge, stime alla mano, 4 milioni di italiani. "Questione di ruoli - un'introduzione scientifica al fenomeno del BDSM" è il titolo del controverso convegno, capace, immaginiamo, di scatenare forti reazioni istintive. Per l'Italia si tratta di una novità: se nel resto del mondo convegni simili vengono abitualmente proposti in ambito scientifico, nel nostro paese è la prima volta che le istituzioni universitarie dedicano uno spazio allo studio delle sessualità alternative.

"Mettere da parte i pregiudizi scatenati dalla paura viscerale per il lato oscuro che è presente in ciascuno di noi e studiare il fenomeno con sereno rigore scientifico." dichiara il relatore Alberto Caputo, psichiatra e sessuologo dell'Associazione Italiana di Sessuologia e Psicologia Applicata (AISPA). "Come diremo al convegno, così facendo si scopre per esempio quanta violenza e nonconsensualità possa esserci in relazioni apparentemente "normali", in cui l'istinto di dominazione e sottomissione non è incanalato nel gioco ma si manifesta come serissimo disagio."

Che un simile studio non sia solo una morbosa curiosità lo mostrano le significative dimensioni del fenomeno, come spiega il correlatore Ayzad, massimo divulgatore italiano con il suo libro BDSM - Guida per esploratori dell'erotismo estremo (Castelvecchi). "Le ricerche indicano che in Italia un adulto su dieci pratica qualche forma di gioco erotico di dominazione, per un totale di poco meno di quattro milioni di persone, quanto l'intera provincia di Milano. Quando qualcosa è tanto diffuso è assurdo relegarlo agli scoop scandalistici: al seminario vedremo anche quali sono la realtà e i trabocchetti di quella che si può definire un'intera sottocultura".

Il convegno si terrà alle ore 14.30 di giovedì 30 ottobre nella aula U6-4 (piano -1) dell'Università degli Studi di Milano Bicocca, P.zza dell'Ateneo Nuovo, 1.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: