Ferrovie Nord - Polizia per sconfiggere i clandestini (senza biglietto), ma c'è dell'altro...

NordSebbene Legambiente con l'annuale manifestazione Pendolaria, abbia recentemente dimostrato come i viaggi treni che collegano Milano con le città vicine (Varese, Como, Pavia, Cremona, Lodi, Lecco e Bergamo) sarebbero più economici rispetto agli analoghi in automobile (scusate il sarcasmo ma non ci vuole una laurea in ingegneria gestionale per immaginarlo), le testimonianze che le situazioni di degrado sono all'ordine del giorno sono alla portata di tutti, come da tempo lo dimostra il blog del pendolare.

Proprio in occasione di Pendolaria, Giuseppe Biesuz, direttore delle Nord, ha confermato che il servizio non è adeguato alle richieste (grazie, chiunque abbia preso un treno la mattina o nel tardo pomeriggio lo sapeva già) ma che entro il primo semestre del 2009 le cose cambieranno (segnatevi il 1° giugno 2009 sul prossimo calendario e verificheremo). Biesuz ha però aggiunto che un altro elemento su cui si sta lavorando è sulla lotta dei "clandestini" (quelli senza biglietto, "portoghesi" mi suona al quanto razzista) che a suo dire sarebbero il 10% del totale.

La soluzione è l'aumento dei poliziotti a bordo dei treni, perchè quello del controllore è una professione a rischio. L'esperienza di pendolare mi dice che (confermate o ditemi il contrario) che ogni volta che il treno è sovraccarico o si verificano ritardi, i controllori evaporano come neve al sole, lasciando i viaggiatori allo sbando. Per il resto vi pare troppo strano pensare che l'idea dei poliziotti "salva controllori" arrivi proprio quando i pendolari cominciano a organizzare "scioperi dei biglietti"? Curiosa coincidenza.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: