Milano città globale? Meno di Roma

Milano ha sempre sostenuto di essere bene o male la metropoli più aperta ed internazionale del paese, facendone spesso un motivo di distinzione rispetto alla rivale Roma: "Milano vicina all'Europa", come cantava un Lucio Dalla d'annata, che potete riascoltarvi nel video qui sopra

La rivista statunitense Foreign Policy ha recentemente pubblicato il "Global Cities Index 2008", che classifica 60 città mondiali in base al loro grado di "globalità": ebbene, farà probabilmente dispiacere a molti scoprire che Milano viene sopravanzata dalla rivale Roma di ben 9 posizioni. Se infatti la città eterna si colloca trentesima, tra Boston e San Paolo, la capitale del Nord Italia raggiunge solo la posizione n°39, stretta tra le ben meno prestigiose Il Cairo e Kuala Lumpur.

Andando a vedere nel dettaglio i dati, si scopre che Milano sopravanza Roma solo per quanto riguarda gli affari, mentre resta indietro per tutti gli altri ambiti considerati: attrazione di capitale umano, scambio di informazioni, livello delle attrazioni culturali di respiro internazionale e (ma questo era prevedibile) livello di influenza politica. Non è la prima volta che questo genere di classifiche bastonano Milano, che quest'anno è già stata proclamata "città più cara della zona euro" e "metropoli in declino" da un campione di grandi imprenditori europei.

Cosa ne pensate, queste statistiche colgono nel segno? Oppure, come dicono i vecchi nei bar, "Milan l'è un gran Milan", sempre e comunque?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: