Presepe obbligatorio in ogni scuola: vi ricordate la proposta di Prosperini?

prosperini davanti al presepe, iniziativa salviamo il nataleChi vive a Milano lo conosce bene, talvolta le sue dichiarazioni oltrepassano il limite della sobrietà quel tanto che basta per lasciare sconcertati. Come il suo famoso sfogo sui tossicodipendenti:

ci vuole il modello Singapore: lo stendi sulla panchetta, ten ten ten, dieci nerbate. Inutile sporcargli la fedina penale: equivale a escluderlo dalla vita. Col marchio di Caino lo perdiamo per sempre.

A parte le sue battaglie contro la droga, i centri sociali, gli zingari, PierGianni Prosperini, assessore ai Giovani, Sport, Turismo e Sicurezza, vuole essere un baluardo della cristianità, una cometa che indica la strada per non perdersi nella dissoluzione della multiculturalità e veder svaporare le nostre amate tradizioni minacciate dagli stranieri (lui usa ben altri appellativi). Ultimamente i numerosi incarichi istituzionali hanno impedito che le estemporanee sfiatate oratorie del condottiero del nord, scalpitanti di milanesismi ed immagini pittoresche, invadessero le cronache.

Così volevo, ora che si avvicina l'annuale momento dell'albero e del presepe, riportare la sua iniziativa di raccolta di firme realizzatasi con la mozione “Salviamo il Natale” che richiede la presenza obbligatoria del presepe in ogni scuola pubblica col fine di preservare lo spirito del Santo Natale e, naturalmente, le nostre radici cristiane. Gazebo promozionali sono previsti anche quest'anno?

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: