Libri - La storia scritta sui muri

Sui muri di MilanoQuando a Milano si parla di muri, immancabilmente è per le polemiche tra detrattori e sostenitori della cultura dei writers. Ma c'è dell'altro. Come pagine di un libro di storia i muri della città possono conservare traccie e memorie che altrimenti andrebbero perse con il tempo. Sono infatti centinaia le targhe che ci raccontano storie della nostra città e che sono disseminate ovunque, per strade e piazze. Spesso ci passiamo davanti distratti da mille pensieri e non ci facciamo nemmeno caso.

Davide De Luca e Gabriele Orlando hanno raccolto un enorme archivio di queste testimonianze e hanno pubblicato un libro per l'editore Terre di Mezzo che un milanese curioso non può lasciarsi sfuggire.

Sapevate che Piazzale Loreto si chiama così perchè un tempo c'era un santuario, orea distrurro, dedicato alla Madonna di loreto? E che il Monte Stella deve il nome alla moglie – Stella appunto – dell'architetto che lo ideò? E che a Milano c'è un “Posto zero”, con tanto di targa, che ricorda la prima trasmissione di una radio “pirata” nel 1925?


La storia sui muri è un libro aperto, che necessariamente non si pone come una fonte esaustiva (sicuramente esistono targhe e scritte fuggite anche agli autori), una raccolta di soprese, tra personaggi famosi (da sant'Elena ad Anna Kuliscioff passando per Petrarca, Napoleone e Toscanini), artisti, sommosse o fatti tragici. Un modo unico per conoscere la propria città, quella passata e quella contemporanea, con le sue passioni, i suoi amori e i suoi fantasmi.

  • shares
  • Mail