Maurizio Baruffi, consigliere comunale dei Verdi su Polisblog


Il consigliere comunale e capogruppo dei Verdi Maurizio Baruffi è stato intervistato dai cugini di Polisblog. Nel migliore stile del crosspost rimbalziamo sulle pagine di 02 una parte dell'intervista. Se poi volete leggerla tutta fate un salto su Polis.

Ecco il pezzo che forse interessa di più i lettori di 02:

Milano e Expo 2015: un’opportunità o l’ennesima violenza sulla città?

Una grande occasione per Milano e per il pianeta, se si svilupperà davvero l’obiettivo ambizioso di ragionare sull’alimentazione come chiave per lo sviluppo economico sostenibile del sud del mondo. L’altro interrogativo fondamentale è: sarà una colata di inutile cemento o una proficua occasione di sviluppo qualitativamente sostenibile?
Arruolarsi oggi nell’uno o nell’altra fazione, pregiudizialmente e faziosamente, è una facile tentazione. Ma la politica è anche faticosa comprensione di quello che accade, si muove, spinge, nella società e nel mondo. E allora fingere che il tema scelto da Milano per candidarsi all’Esposizione Universale del 2015 (Nutrire il pianeta. Energia per la vita) sia pretestuoso, superfluo o inutile significa non voler partecipare allo sforzo planetario indispensabile per governare il tema dell’accesso al cibo sano, di qualità e adeguato ai bisogni della popolazione mondiale. Significa scegliere di lasciare in mano ai grandi gruppi dell’agroalimentare e delle biotecnologie la proposta (magari illusoria) di soluzione del problema. Significa rinunciare in partenza a condizionare le scelte che, in un gioco di specchi, rimbalzano fra i temi dello sviluppo sostenibile, della globalizzazione, dell’accesso equo alle risorse, della redistribuzione della ricchezza sul pianeta, del tentativo di contrastare carestie, migrazioni di massa e nuovi conflitti motivati dal controllo del grano e del riso, invece che del petrolio. E poi c’è il tema dei territori su cui Expo si svolgerà. Per approfondire vi rimando ad alcuni interventi sul mio blog.

Ecopass: come lo giudichi (e nel caso ti sembri troppo poco hai qualche proposta?)

L’ecopass è positivo perchè ha fatto passare il principio che l’uso indiscriminato dell’auto può essere soggetto a pedaggio, credo sia poco efficace sotto il profilo dell’inquinamento mentre potrebbe funzionare molto meglio come “tassa sulla congestione”. Bisogna estendere le categorie di auto sottoposte a pedaggio e pensare a un allargamento progressivo dell’area coinvolta, garantendo però che i soldi raccolti vadano tutti al finanziamento del trasporto pubblico e della mobilità sostenibile. Anche in questo caso nel blog trovate qualche approfondimento.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: