Scambi di coppia: luoghi e tendenze a Milano

scambismo di coppia a milano

Sono semplici ragioni urbanistiche a far sì che le adiacenze dei cimiteri spesso siano, di notte, i luoghi dello scambio di coppia: ampi parcheggi, zone deserte e poco frequentate da sguardi indiscreti e malelingue, anfratti bui. La vista loculo è un optional non richiesto, ma incluso del pacchetto.

Talvolta attorno alle coppie che consumano lo scambio gravitano una serie di personaggi non esattamente da pubblicità del Mulino Bianco: i marchettari, direttamente nel parcheggio, odiati dagli scambisti duri e puri e i voyeur, numerosissimi, che se ne stanno distanti, chiusi in macchina, e vorrebbero partecipare ma non osano. Spesso il voyeur è un esibizionista timido.

È un valzer di fanali, una sinuosa danza tra macchine che si affiancano, lamiere che si avvicinano, finestrini che si aprono, luci interne che si accendono. Atmosfere alla "Crash" di Cronemberg.

foto|Flickr

Tra Milano e provincia i luoghi dello scambio sono numerosissimi e specializzati: coppie, singoli, omosessuali. Grazie ad internet si può sapere di tutto: elenchi, recensioni, giorni, orari. Spesso anche i segnali che regolano il gioco: lampeggi di fari, frecce attivate, fazzoletti o lustrini appesi al finestrino. Il luogo più citato dalla carta stampata, che si è occupata spesso del fenomeno (qua l'articolo che, in un certo senso, ha fatto epoca), è il parcheggio davanti al Cimitero Maggiore, alias Musocco, informalmente attivo tutte le notti, festivi inclusi, anche a Natale. Non conosce periodi di crisi, anzi, la crisi economica fa la sua gloria, visto che è tutto gratuito.

Ma con una ricerca più approfondita si capisce che non è molto amato dagli habitué dello scambismo. Scrive un certo Uki in un forum:

non si conclude nulla. e' meglio evitare. Si gira si gira ogni 30 minuti passa polizia è pericolo anche per il fatto che si sono rumeni e arabi che ti scippano. A me è capitato. non andate poi fate come volete.

Di gran lunga più apprezzato quello prospiciente al cimitero di Lambrate, dei 30 commenti a riguardo trovati in un sito, molti sono positivi. Scrive un certo Masterdo:

è un po' che lo frequento e trovo sempre qualcosa a qualsiasi orario, qualche coppia molti single, qualche travestito il posto è vario e ci si diverte sempre.

Quello che si potrebbe pensare è che il frequentatore dei parcheggi non possa permettersi l'ingresso nei più istituzionali locali, molto costosi, soprattutto per gli uomini soli. Non è così, almeno in molti casi. Nei parcheggi c'è più anonimato e la trasgressione tiene l'adrenalina alta. Ammette una cinquantenne in un vecchio articolo de Il Giorno:

Sapere che potresti essere scoperto non fa che aumentare il desiderio. Per questo vengo al parco Lambro, perché non sai mai come potrebbe finire la serata

Viene in mente quella volta che intervenne la polizia nel già citato parcheggio del cimitero Maggiore. Riguardo al fatto il Corriere scrisse:


Arrestati per una ammucchiata omosessuale a ridosso del Cimitero Maggiore di Milano, ora sono sotto processo per atti osceni in luogo pubblico. A quattro anni dal fermo dei carabinieri è iniziato il procedimento. Erano sette tra i 22 e i 35 anni: un giornalista, un infermiere, un autista, uno stilista, un musicista e due disoccupati. Prevista in aula anche la deposizione di testimoni presenti all'insolito raduno.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: