Quelle teste giganti in Piazza della Scala: le monumentali opere di Javier Marin



Qualcuno di voi si sarà imbattuto nei volti giganti in Piazza Della Scala. Attirano l'attenzione e l'ammirazione per la mole possente che raffigurano. Il Poseidone e la venere sembrano provenire da un altra dimensione, collocati come sono, rotolanti e capovolti: "rappresentano il naturale ed inevitabile crollo delle ideologie". Questo almeno secondo l'artista messicano Javier Marin.

Un suggestivo percorso tra la Rotonda di via Besana, Piazzetta Reale, Scalone di Palazzo Reale e Piazza della Scala, racconta, attraverso la scultura, i simboli e le tematiche dello sculture messicano già noto per la sua partecipazione nel 2003 alla Biennale di Venezia e per la mostra realizzata nell'estate 2008 a Pietrasanta.

Le sculture di Javier Marin a Piazza Della Scala

La mostra vera e propria, oltre alle sculture piazzate nelle piazze del centro è all'interno della Rotonda di via Besana. "Dominato da una grande -ruota- (di cinque metri di diametro) composta di decine di frammenti di corpi umani in resina color carne. L'imponente ruota e' il simbolo universale di tutte le inutili guerre combattute dall'uomo: vortici di corpi distrutti, smembrati e senza possibilità di fuga. A questo si unisce la simbologia del cerchio di corpi tanto cara alla cultura azteca, considerata da Marín il suo reale e genuino background culturale".

Le sculture di Javier Marin a Piazza Della Scala
Le sculture di Javier Marin a Piazza Della Scala
Le sculture di Javier Marin a Piazza Della Scala
Le sculture di Javier Marin a Piazza Della Scala

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: