Succede a Milano - Arresti domiciliari nel parco

Parco Limbiate

Il nostro viaggio per i parchi milanesi registra una nota quanto mai curiosa, anche se non è esattamente quello che vi aspettereste di trovare passeggiando nel verde cittadino. Accade a parco pubblico di via Trieste a Limbiate, nel nord dell'hinterland milanese, dove un 35 enne del posto è stato condannato agli arresti domicialiari dopo essere stato pizzicato per l'ennesima volta a rubare in un appartamento.

Al netto rifiuto dei genitori dell'uomo di ospitare il domicilio coatto nella loro abitazioni, un giudice del Tribunale di Milano ha deciso in modo sorprendente di condannarlo agli arresti domiciliari su una panchina del parco. E poi si dice "finire al fresco"!

Così l'uomo è diventato la nuova "attrazione" del parco pubblico. Per ripararsi dal freddo solo una coperta e una casetta di legno, salutario riparo di senza tetto, per proteggersi da neve e pioggia. Compresibili le motivazioni che hanno spinto la sua famiglia a rifiutare il figliol prodigo, più volte richiamato all'ordine e spinto a trovare un lavoro onesto. Il soggiorno all'addiaccio è durato una settimana, quando poi è stato ospitato a casa di un'amica.

La vicenda di Limbiate non è certo il primo caso del genere, lo scorso anno un uomo condannato nello stesso modo si era allontanato dal parco ed è stato arrestato per evazione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: