Viale Abruzzi, i marciapiedi più larghi non piacciono a residenti e commercianti (le foto)

Proteste per i parcheggi impossibili dopo la realizzazione della preferenziale della linea 92

I lavori in corso in Viale Abruzzi che hanno permesso la realizzazione della corsia preferenziale per la linea 92 hanno messo, per diverso tempo, a soqquadro l'intera zona. Ora, praticamente terminata la corsia del filobus, si stanno rifacendo anche i marciapiedi. Che saranno più larghi e spaziosi: ma i residenti e i commercianti non ci stanno e protestano. I primi, per l'aggravarsi della cronica mancanza di parcheggi nella zona, i secondi perché già piagati dalla crisi vedranno calare ancora di più gli affari. Infatti, la realizzazione di marciapiedi più larghi renderà sicuramente più vivibile il viale per i pedoni, ma non permetterà certamente la sosta delle auto. Saranno garantiti, fa sapere il Comune, i posti per disabili e carico e scarico merci. Ma non basta, dicono i residenti: quasi nessun palazzo possiede dei box interni e si sarà costretti a girare per diverse decine di minuti per trovare un parcheggio regolare.
Abbiamo fatto un giro in zona e in effetti la carreggiata si restringerà parecchio e i posti per le auto saranno decisamente meno. La soluzione sembrerebbe essere quella di realizzare dei parcheggi a spina di pesce nelle vie limitrofe. Insomma, in buona sostanza, il Comune sembra voglia sempre di più scoraggiare l'uso delle auto in favore dei mezzi pubblici.

Marciapiedi larghi, pochi parcheggi

Marciapiedi larghi, pochi parcheggi

Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi
Marciapiedi larghi, pochi parcheggi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: