In Via Argelati un centro fitness al posto del parco, genitori in rivolta

In via Argelati un progetto di più piani, palestre, piscine e 300 posti auto. Tutto a discapito di un parco e dei giardini di una scuola dell'infanzia

Una colata di cemento sul parco di via Argelati. Questo il progetto che sta agitando i sonni delle mamme che vivono sui Navigli. Un progetto che prevede la creazione di un centro sportivo di 1300 metri quadri in mezzo a una delle poche macchie verdi del quartiere.
L'area venne concessa all'Ambrosiana Calcio nel 2003 in uso per sessant'anni per attività sportive, con divieto di utilizzarla per scopi commerciali. Il primo progetto, che risale al 2005, conteneva due campi da calcetto e una palestra. Poi però le cose sono cambiate e adesso il progetto si è decisamente ampliato: si prevedono due piani con varie strutture sportive ma anche 300 posti auto per i frequentatori, il tutto per circa 3 milioni di euro. A maggio 2013 il consiglio di zona 6 si è espresso negativamente, anche perché la modifica del progetto non era passata attraverso la zona stessa.

Perché non intervenire e impedire che così tanto verde venga sottratto ai cittadini? La domanda avanzata dai rappresentati scolastici dei genitori della materna di Via Crollalanza è semplice.
I genitori si stanno organizzando con un blog, una raccolta firme e con la richiesta di un'assemblea pubblica urgente, prima della pausa estiva, per avere risposte dagli uffici e dal vicesindaco Lucia De Cesaris, titolare della delega all'urbanistica. Che intanto, intervenendo dalle pagine del quotidiano Libero precisa che si tratta di un'operazione ereditata dalla precedente giunta comunale e considera il progetto "scellerato". Vedremo come si muoverà.

  • shares
  • Mail