Si lancia in paracadute dal Duomo e scappa

Ha trascorso la notte intera nascosto nella Cattedrale. E alle 6.48 del mattino si è lanciato.

La polizia intervenuta sul luogo ha trovato soltanto l'attrezzatura, su cui era impressa la sigla di un gruppo di paracadutisti lombardi. Dell'uomo non c'era più nessuna traccia. Messa così sembrerebbe una cosa seria, e invece è stato soltanto un gesto goliardico che però ha destato parecchia sorpresa.

Alle 6.48 del mattino, in una Piazza Duomo che possiamo immaginare deserta, un uomo si è lanciato con il paracadute dalle guglie della Cattedrale di Milano, atterrando in piazza e subito scappando verso un tunnel della metropolitana. Di lui non si sa ancora nulla, se non che la polizia sospetta che sia stato tutta la notte nascosto dentro il Duomo. O forse direttamente sulle terrazze.

E già questa è una bella impresa, visto che una notte intera in compagnia di minacciosi gargoyle e statue di santi non deve garantire sonni sereni, ma pur di compiere l'impresa questo e altro. Adesso comunque si sta cercando di capire chi fosse il paracadutista che ha voluto lasciare il segno nel simbolo di Milano.

Gli uomini della questura stanno osservando le immagini di tutte le telecamere a circuito chiuso della zona e hanno interrogato tre ragazzi che si trovavano in piazza e che sono sospettati di avere qualche rapporto con il paracadutista. Ma la cosa più probabile è che tra non molto il gesto venga rivendicato e qualche foto e/o video salti fuori. Anche se resta la domanda: ma come ha fatto a portare tutta l'attrezzatura dentro il controllatissimo Duomo di Milano?

  • shares
  • Mail