Inquinamento - Parco auto pubblico vs privato

Vigili del fuoco Il tema dell'inquinamento dell'aria di Milano è argomento dovrebbe essere di forte interesse per tutti coloro che vivono in città o nei suoi circondari. Le polemiche sui metodi con cui si cerca di contrastare l'incremento di valori inquinanti dell'aria è sempre molto accesa, l'Ecopass per alcuni è un trionfo, per altri una bufala colossale.

Permettemi un piccolo sfogo personale. L'Aci ha pubblicato in questi giorni il risultato di un piccolo sondaggio che rivela che il parco auto italiano ha una media di sette anni e mezzo di età, ma che in Lombardia (e in generale nel nord) questo valore scende sensibilmente. Considerato che lo standard Euro 3 (che oggi non paga l'accesso alla zona Ecopass) è in vigore dal 2001, significa che auto mobili di 8 anni possono entrare e uscire dal centro storico senza alcun problema. Se la media delle automobili italiane ha meno di 8 anni, e quelle milanesi meno ancora, significa che la percentuale di auto definite "non inquinanti" è la stragrande maggioranza del parco complessivo.

Questo ragionamento nasce dalla fotografia scattata da me questa mattina nei pressi della Stazione Garibaldi. Una camionetta dei Vigili del Fuoco emetteva dense nuvole di scarico bianche e hanno "gasato" una buona quantità di scooteristi in coda (spero che la foto possa rendere l'idea). Un mezzo del genere, sicuramente un diesel, provoca inquinamento come decine di auto private di nuova generazione. Con questo non difendo le automobili milanesi, ma vorrei porre l'accento su come esista un parco automobilistico che spesso ha delle forti esigenze di utilità per la società che però dovrebbero essere le prime a finire fuori legge (non parliamo di bus, camion merci, mezzi pesanti e da lavoro).

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: