Beecroft a Milano: la performance VB65 al Pac


Eccola la fotografa italiana più quotata all'estero con la sua performance esclusiva realizzata per il Pac, VB65. Mi reco mesto alla preview per la stampa che anticipa l'apertura ufficiale al pubblico che, solo per oggi, ha potuto vedere la performance dal vivo. Premesso che la Beecroft mi piace per quel suo modo non troppo arzigogolato di fare performance "politiche" lasciando poco alla fantasia. Mi riferisco alla performance che l'artista ha realizzato in occasione della Biennale di Venezia, VB61, del 2007, quando fece sdraiare dei corpi femminili inanimati per terra, seminudi, gettandogli adesso secchiate di liquido rosso. Una performance ispirata ai massacri nel lembo d'Africa chiamato Darfur.

Anche la performance al Pac ha un significato politico. Nella performance la Beecroft utilizza solo uomini, veri immigrati arrivati in Italia a bordo di una barca. Venti africani seduti ad una tavola come ad un'ultima cena, con abiti da sera ma fuori misura, vecchi e sgualciti. Di fronte ad un pubblico di invitati-non-invitati mangiano carne e pane nero, senza posate.

Dopo il salto la gallery dell'inaugurazione Il pubblico è l'ospite, guarda compiacente. L'odore è forte, di carne allo spiedo. Non viene fame, si pensa che dall'altra parte normalmente ci siamo noi, gonfi, dall'altra normalmente ci sono loro, gli immigrati, attratti dalla nostra abbondanza, che ci guardano mangiare e sperano di partecipare al nostro banchetto. Durante un'intervista la Beecroft ha spiegato così la sua performance:

Vedere queste persone in questo modo destabilizza la loro immagine canonica, di modo che noi possiamo percepire la loro essenza, la loro psicologia. Molti di questi migranti sono intellettuali, dottori, hanno una dignità culturale.

All'inaugurazione ovviamente hanno presenziato l'Assessore Finazzer Flory e altre eminenze grigie della cultura milanese come Carla Sozzani, arrivata un po' in ritardo. Numerosissimi i fotografi, stampa impazzita e numerosi curiosi attratti dal clamore che ogni performance dell'artista milanese suscita a strascico. L'esibizione dura fino al 5 aprile con la video esibizione della performance e 16 video di sue passate installazioni, comprese quelle degli esordi rieditate in dvd.

VANESSA BEECROFT

VANESSA BEECROFT

VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT
VANESSA BEECROFT

  • shares
  • Mail