Milano e la connettività wireless. Che fine ha fatto il Wi-Fi cittadino?


Un articolo di oggi del Sole 24 ore mi ha fatto ricordare un paio di cose. Un paio d'anni fa ne avevamo parlato in un post, Davide Corritore, probabilmente la mente più lucida del nostro consiglio comunale, aveva iniziato a progettare, con l'aiuto di alcuni docenti del politecnico, Milano Wireless.

Una città ultra connessa con migliaia e migliaia di spot sparsi per tutta la città. La maggioranza lesse la proposta, piacque, e la fece sua. Dal Corriere.it una dichiarazione dell'assessore Cadeo:

«I parchi sono il nostro primo obiettivo - spiega l'assessore all'Arredo, decoro urbano e verde del Comune, Maurizio Cadeo - vista l'alta frequentazione che ne fanno i cittadini, e questa iniziativa è sicuramente un modo per invogliarne un numero sempre maggiore ad andare al Sempione anche per lavorare e studiare. Ma questo è un esperimento in vista del progetto Milano Wireless, che prevede entro il 2009 la copertura di tutto il territorio, con la possibilità di connettersi alla rete e senza fili da ogni angolo della città»

Per ora di connesso c'è solo il Parco Sempione, e a quanto ne so, nemmeno troppo bene.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: