Croci: tram e autobus di notte per combattere le auto della movida

tram notte, edoardo crociSe n'è parlato su tutti i giornali e con questa proposta Edoardo Croci, l'amico in Comune (come annuncia il suo sito), è diventato il matador del fine settimana. Comune e atm potrebbero, in un futuro non troppo lontano, garantire alcuni mezzi di superficie anche di notte, così da riportare a casa l'esercito di nottambuli che sotto la luna schiamazza e ostruisce di auto le arterie del centro cittadino, specialmente nelle zone di Corso Como, Navigli, Arco della Pace, via Montenero.

I sopraddetti mezzi saranno garantiti fino alle sei del mattino ed il progetto potrebbe già cominciare con l'estate. Una vera e propria rivoluzione, questo è indubbio, e l'iniziativa non si può che plaudere.

Però, chissà quanti degli gli agiati 30/40enni di corso Como, degli hipster dei navigli, di chi ha fatto dell'auto uno status symbol o un prolungamento del proprio organo erettile, di chi non sporcherebbe mai le proprie mani vellutate sui popolari dinosauri di lamiera, di chi nell'automobile si è creato un habitat a cui non sa più rinunciare, delle ragazze timorose dei malintenzionati, dei giovani che giungono dalla periferia o dalla provincia, etc, rinuncerebbero alle loro fedeli 4 ruote? A Bologna il "notturno" passa ogni ora ed è pieno di studenti sfasciati o festanti, ma nella metropoli meneghina il rischio è che i mezzi di superficie restino deserti e che l'offerta superi la domanda. Voi cosa ne pensate?

Foto|Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: