Sgomberato il Cinema Maestoso

Abbandonato dal 2007, era stato occupato da poco più di un mese con il progetto "Ri Make".

aggiornamento 10.47: La polizia è entrata nel cinema intorno alle 7 di questa mattina. Secondo le testimonianze l’entità di forze di polizia impiegata era imponente: 15 uomini della digos, 3 camionette dei carabinieri e 3 della polizia.

Gli occupanti fanno sapere che non hanno intenzione di arrendersi: "Noi siamo qui davanti in presidio permanente, la notizia dello sgombero sta girando e stanno arrivando numerosi solidali". E per finire, come ogni martedì, al RI-Make si terrà un’assemblea pubblica alle 18.30 davanti all’ex cinema Maestoso.

Sgombero in corso al Cinema Maestoso

Il cinema Maestoso è sotto sgombero. Occupato da poco più di un mese con il progetto "Ri Make", i ragazzi dei centri sociali e di Sinistra Critica che stavano dietro l'occupazione si sono trovati questa mattina circondati dalla Polizia, che sta procedendo allo sgombero.


Secondo quanto riferisce la Questura, quando la polizia è entrata all'interno dell'enorme sala da 1.400 posti, non c'era nessuno.

Il Maestoso era in stato di abbandono dal 2007, dopo le proiezioni di Spider Man 3. Dopo l'occupazione, ecco il progetto che era stato presentato:

Ri-Make significa partire dall’idea che un altro modo di fare e di relazionarsi esiste: “fuori mercato”, al di fuori dalle logiche di profitto e speculazione.
Per questo, come Ri-maflow, la fabbrica recuperata a trezzano sul naviglio, o Communia, spazio restituito al quartiere di San Lorenzo a Roma, Ri-Make vuole avviare nuovi progetti di cultura, riutilizzo e riciclo delle risorse, attività di mutuo soccorso.
Ri-costruire, ri-generare, ri-utilizzare, ri-appropriarsi, sono solo alcune delle parole chiave di questo progetto, che si concretizzano in numerose proposte come proiezioni gratuite di film, un’aula studio notturna e domenicale, una ciclofficina autogestita, laboratori di cinema, teatro e danza, uno spazio bambini e bambine…

  • shares
  • Mail