Fabbrica del Duomo - La Veneranda annaspa e chiede aiuto al Comune

Nel novembre scorso la mazzata, Roma chiude i rubinetti per fondi dei restauri del Duomo di Milano, una macchina sempre in moto che non si ferma mai. Il gruzzoletto proveniente dal Museo del Rock, si parlava di 45 mila euro, sono bruscoletti se paragonato al buco da 4/5 milioni di euro che ogni anno viene risucchiato dalla basilica.

L'appello arriva direttamente dal presidente della fabbrica, Angelo Caloia, che chiede aiuto al Comune e ai privati perchè si raccolgano almeno parte dei 20 milioni necessari per tre interventi straordinari di cui il Duomo ha bisogno (la guglia maggiore, il sagrato e il museo. Il nemico principale del bianco monumento? Ancora una volta l'inquinamento atmosferico. Una buona notizia c'è però, dopo quattro mesi di restauri a tempo di record, sarà riaperta al pubblico A metà aprile, precisamente il 17, verrà riaperta la Sala delle Colonne. In tempo di crisi non ci resta che andare a pregare? (nel video il lavoro di un ornatista della Veneranda)

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: