Expo 2015: Ingroia, Castelli, e il non rispondere nel merito

occhi ingroia

Antonio Ingroia, procuratore aggiunto di Palermo, ha spiegato che, dal suo punto di vista, al nord c'è un pò troppa sottovalutazione del fenomeno infiltrazioni mafiose, soprattutto in vista dell'Expo 2015.

Certo, perchè qui, raramente trovi il morto in mezzo alla strada. Ma a proposito delle dichiarazioni di Ingroia, Roberto Castelli - Sottosegretario alle Infrastrutture - ha applicato quella strategia tipica degli ultimi anni, percui se qualcuno ti dice qualcosa che non ti piace, non è che gli rispondi, ma sposti il piano dello scontro sul personale. Infatti Castelli, quello che un tempo faceva il ministro, ha tuonato "Da Ingroia parole offensive". Ma la mafia c'è o no?

Offensive forse perchè fa schifo avere settori, come l'edilizia, dove la 'ndrangheta sguazza, forse quello è offensivo: oppure è offensivo sapere che la Corte dei Conti ha condannato Letizia Moratti per le consulenze d'oro e la vicenda di Carmela Madaffari. Castelli poi ha comunque replicato che "Nessuno in Lombardia sottovaluta il fenomeno". Si spera: intanto noi stiamo preparando una sorpresa, vedrete nelle prossime settimane.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: